Curriculum vitae

- Dino Giuli -

 

 

A. Dati personali

  Nascita: nato a Roma il 3/7/1946
  Stato civile: coniugato
  Residenza: Via C. Monteverdi, 15 - 50144 Firenze
  Titolo di studio: laurea in Ingegneria Elettronica (conseguita presso l’Università di Pisa nel 1970; voto di laurea: 110/110 e lode)
  Servizio militare: ufficiale di complemento della Marina Militare (1970-71), destinato per attività di ricerca all’Istituto Radar e Telecomunicazioni “G. Vallauri”, presso l’Accademia Navale di Livorno.
   Corrente impiego: Professore ordinario (gruppo disciplinare: “Telecomunicazioni”), presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Firenze
   Sede di lavoro: Dipartimento di Ingegneria Elettronica - Università di Firenze - Via di S. Marta, 3 - 50139 Firenze (tel. 055 4796470; Fax 055 488883; E-Mail: giuli@diefi.die.unifi.it)
   Associazioni: membro delle seguenti associazioni:
  • Associazione Elettrotecnica Italiana (AEI)
  • Institution of Electrical and Electronics Engineering (IEEE) (Senior member)
  • European Association for Education in Electrical and Information Engineering (EAEEIE) (membro del Consiglio direttivo)

 

B. Incarichi accademici

 

1971: borsa di studio ministeriale annuale “per giovani laureati” presso la cattedra di Radiotecnica dell’Istituto di Radiocontrolli della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Pisa
1972: dichiarato idoneo nel concorso di assistente al Corso di Elettronica generale presso la      Facoltà di Ingegneria dell’Università di Firenze
1973-82: assistente ordinario alla cattedra di Microonde della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Firenze
1973-79: assistente (incarico aggiuntivo) al corso di Elettronica Applicata della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Firenze.
1980-81: ricercatore a contratto (complessivamente per 5 mesi) presso il “Lincoln Laboratory” del “Massachussets Institute of Technology (MIT)” a Boston (U.S.A.), per lo sviluppo di nuove soluzioni tecniche e nuovi standard sui radar secondari ad indirizzamento discreto per i sistemi integrati di controllo del traffico aereo
1974-82: professore incaricato (dall’A.A. 1974/75 del Corso di Tecniche di Trasmissione dei dati presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Firenze, stabilizzato nello stesso incarico dall’A.A. 1978/79)
1982-86: professore associato di Tecniche di Trasmissione dei dati, presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Firenze
1983-86: professore supplente (incarico aggiuntivo) di Teoria e Tecnica Radar presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Firenze
1983-87: membro del Collegio dei docenti del dottorato di ricerca in “Ingegneria elettronica e dell’informazione” (Consorzio tra le Università di Firenze, Pisa e Padova)
1986-89: professore straordinario di Teoria e Tecnica Radar, presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Firenze
1987- 93: Presidente del Centro di Calcolo dell’Università di Firenze e , a seguito del riassetto organizzativo e statutario di tale Centro dal 1991 (predisposto ed attuato in tale veste su incarico conferitogli dal Rettore), Presidente del Centro di Servizi Informatici e Telematici della medesima Università
1987-93: membro del Comitato Scientifico del CINECA
dal 1989: professore ordinario di Teoria e Tecnica Radar presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Firenze
1989-91: membro del Collegio dei docenti  del dottorato di ricerca in “Ingegneria informatica e delle Telecomunicazioni” dell’Università di Firenze
1991-96: co-promotore, membro del Collegio dei docenti del dottorato di ricerca in “Metodi e Tecnologie per il Monitoraggio Ambientale” (Consorzio tra le Università di Firenze, Pisa, Basilicata e Genova)
1991-97: Presidente del Polo fiorentino della rete GARR (rete telematica nazionale della ricerca)
1991-97: promotore e co-promotore, membro del Comitato Scientifico del PIN-Centro Studi di Ingegneria di Prato (Associazione no-profit istituita per la cooperazione con l’Università di Firenze finalizzata al sostegno operativo del decentramento universitario a Prato della Facoltà, per la didattica universitaria, la formazione e la ricerca applicata)
1992-96: professore supplente (incarico aggiuntivo) del Corso di Teoria dei segnali (diploma universitario) della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Firenze
1993-98: Presidente del Corso di Diploma Universitario in “Ingegneria Elettronica”, della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Firenze (sede di Prato)
1994-98:  responsabile locale del progetto CAMPUS per il Diploma Universitario in Ingegneria Elettronica dell’Università di Firenze (progetto nazionale del CRUI, cofinanziato dal MURST e dal Ministero del Lavoro, finalizzato all’innovazione metodologica e la qualificazione professionale nei diplomi universitari)
dal 1996: Promotore, Coordinatore scientifico del Dottorato di ricerca in “Telematica e Società dell’Informazione” (Consorzio tra Università di Firenze, Siena e Perugia)
1997:  membro del gruppo di lavoro dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) per la predisposizione del Piano Spaziale Nazionale (1998-2001) per l’osservazione della Terr
1997-98: membro della Commissione nazionale del MURST per la “Formazione a distanza.”
dal 1998: Direttore del Dipartimento di Ingegneria Elettronica – Università di Firenze.

      

C. Incarichi scientifici a livello nazionale ed internazionale

 

1984-89: Co-promotore, Responsabile tecnico-scientifico del Progetto FIORE, (collaborazione tecnico-scientifica tra Università di Firenze, Soc. SIP e Soc. SIETTE, per la realizzazione e la sperimentazione tecnica ed applicativa multimediale di una rete di telecomunicazioni in fibra ottica e a larga banda, in area urbana ed in ambito universitario; (rete estesa per 17 Km. tra sedi dell’Università di Firenze).
1986: Co-organizzatore scientifico della conferenza e coordinatore tecnico-scientifico della multivideoconferenza internazionale (primo esperimento operativo di comunicazione video digitale multicast via satellite in Italia) sul “Progetto Arno”-Firenze, 4 novembre 1986 (tema scientifico: Sistemi e metodologie innovative per il monitoraggio e la previsione di eventi idrogeologici critici)
1987-93: Co-promotore, coordinatore scientifico per ricerche sulle tecniche di telerilevamento del “Progetto Arno” (obiettivo: Sviluppo e sperimentazione scientifica di un sistema di monitoraggio integrato e innovativo, basato sull’impiego di un radar meteorologico polarimetrico, per la previsione delle esondazioni del fiume Arno).
1988: Condirettore del “NATO Advanced Research Workshop on Direct & Inverse Methods in Radar Polarimetry, Bad Windsheim (ex RFG), 18-24 settembre 1988
1989-91:  membro del Comitato direttivo dell’accordo di collaborazione scientifica per la sperimentazione di servizi di telecomunicazioni a larga banda (stipulato tra SIP e Università di Firenze per la estensione delle attività del Progetto FIORE)
1989-93: Responsabile scientifico per lo sviluppo e la sperimentazione della MAN (Metropolitan Area Network) del polo fiorentino, nell’ambito del Progetto finalizzato “Telecomunicazioni” del CNR
1991-94: Promotore scientifico e partecipante delle ricerche del progetto Telemed del programma Europeo RACE (sperimentazione di telemedicina su reti a larga banda)
1991-97: coordinatore scientifico delle attività sperimentale della stazione radar meteorologica  polarimetrica di Montagnana (Montespertoli - FI), nell’ambito delle attività nazionali di ricerca del Progetto Arno e del Gruppo Nazionale per la Difesa dalle Catastrofi Idrogeologiche del CNR, promosse dal Dipartimento nazionale della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri (cooperazione tra Università di Firenze e IFA-CNR di Roma)
1991: Coordinatore del gruppo di lavoro nazionale per l’armonizzazione delle procedure informatiche del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN) in ambiente software proprietario della BULL
1992-94: Coordinatore scientifico delle sperimentazioni di “Teleambiente” nel progetto finalizzato di ricerca “Telecomunicazioni” del CNR
1992: Responsabile scientifico per progetto di ricerca ESA-ESTEC inerente uno studio per la realizzazione di un SAR polarimetrico satellitare (codifica e sintesi polarimetrica dei segnali radar in trasmissione)
1992-94: Responsabile scientifico dell’unità di ricerca del Dipartimento di Ingegneria Elettronica dell’Università di Firenze, del progetto STORM del programma europeo ENVIRONMENT (integrazione di sensori di telerilevamento per il monitoraggio di eventi idrometeorologici critici)
1993-94: coordinatore scientifico per la elaborazione della proposta progettuale e coordinamento tecnico della fase di avvio del progetto ORTELIUS (progetto cofinanziato dall’Unione Europea per la realizzazione e la gestione di servizi e prodotti informativi a supporto della mobilità degli studenti tra i paesi comunitari; il progetto ha dato luogo alla società ORTELIUS, avente sede a Firenze, tra Università di Firenze, Biblioteca pedagogica di Firenze, Olivetti e Giunti-Multimedia, abilitata dall’Unione Europea a tali servizi in ambito europeo).
1993-95: Coordinatore scientifico nazionale del progetto di ricerca dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) per lo sviluppo di uno scatterometro per nuove missioni spaziali per l’osservazione della Terra
1994: membro di commissione di valutazione scientifica di progetti di ricerca europei nel settore delle telecomunicazioni (programma europeo RACE)
1994-96: Promotore e Coordinatore scientifico nazionale di progetto nazionale di ricerca (MURST 40%) su “Analisi e sintesi di segnali e integrazione di dati per il monitoraggio ambientale”
1995-99: membro del Policy Board transnazionale, e supervisore scientifico nazionale del progetto ENCATA del programma europeo “Telematics Applications” (progetto di ricerca per azioni di supporto allo sviluppo delle applicazioni telematiche presso le imprese; area di sperimentazione nazionale: Prato; soggetto attuatore delle sperimentazioni nazionali: PIN-Centro Studi di Ingegneria-Prato)
1995-99: Supervisore scientifico nazionale del progetto REGIONET del programma europeo “Telematics Applications” (Progetto di ricerca per sviluppo di applicazioni telematiche integrate in ambiti regionali; area di sperimentazione nazionale: Prato; soggetto coordinatore delle sperimentazioni nazionali: PIN-Centro Studi di Ingegneria-Prato)
1995-98: Coordinatore del Policy Board transnazionale e supervisore scientifico nazionale del progetto DELPHI del programma europeo ADAPT (progetto per la sperimentazione di metodologie innovative per la formazione, l’occupazione e l’innovazione nel settore industriale delle tecnologie biomediche; soggetto coordinatore transnazionale: PIN-Centro Studi di Ingegneria di Prato)
1997-98: membro del Comitato regionale di indirizzo del progetto RITTS del programma europeo INNOVATION (progetto della Regione Toscana per la costruzione del parco scientifico e tecnologico virtuale della Toscana)
1996-98: coordinatore scientifico del progetto Tomorain per lo sviluppo e la sperimentazione di un sistema tomografico a microonde per il monitoraggio della precipitazione atmosferica (attuatore: PIN-Centro Studi di Ingegneria di Prato; cooperazione: Università di Firenze; committente: ENEL-CRIS)
dal 1998 promotore, coordinatore scientifico nazionale e coordinatore transnazionale (per conto del CNIT) del progetto multiregionale TELEFORMARE del programma europeo ADAPT (progetto di azioni sistematiche di sviluppo di sistemi regionali di teleformazione; cooperazione multiregionale nazionale: regioni Toscana, Emilia Romagna, Umbria e Basilicata; soggetto coordinatore: Regione Toscana)
dal 1998 supervisore scientifico nazionale del progetto UPGRADE del programma europeo ADAPT “Adattamento delle conoscenze per l’innovazione organizzativa e tecnologica in ambiente sanitario, con riferimento ai settori della teleformazione e dell’assistenza integrata” (soggetto coordinatore transnazionale: PIN di Prato)
dal 1998 coordinatore scientifico, per conto del Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni (CNIT), del progetto nazionale di ricerca dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) per lo sviluppo di un sistema tomografico IR satellitare per la rilevazione della distribuzione degli inquinanti atmosferici.

D. Responsabilità scientifica dell’unità di ricerca locale presso l’Università di Firenze

 

Le seguenti funzioni di coordinamento scientifico si riferiscono ad attività scientifiche di base, ricorrenti, afferenti al Laboratorio integrato “Tecnologie telematiche, Radiocomunicazioni e Radar” del Dipartimento di Ingegneria Elettronica.

 

dal 1981: responsabile di unità locale di ricerca su programmi locali dell’Università di Firenze (MURST 60%, ricerche nel settore del telerilevamento)
1981-97: responsabile di unità locale di ricerca su programmi nazionali del MURST (MURST 40%; ricerche nel settore del telerilevamento ambientale)
1981-86: responsabile di unità locale di ricerca nel progetto finalizzato “Controllo del Traffico Aereo” del CNR (ricerche su radioaiuti e radar per il controllo del traffico aereo)
1987-98: responsabile di unità locale di ricerca nel “Gruppo Nazionale per la Difesa dalle Catastrofi Idrogeologiche” del CNR
dal 1998: responsabile di unità locale di ricerca del progetto pluriennale dell’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) inerente l’integrazione di dati satellitari per l’osservazione della Terra.

 

E. Incarichi di consulenza scientifica in progetti di sviluppo regionali e locali  

 

1985: co-promotore, collaboratore nello studio di fattibilità per la istituzione del CESVIT-Centro di sviluppo per l’innovazione tecnologica della Provincia di Firenze (cooperazione: Università di Firenze; in seguito divenuto Centro di Sviluppo regionale)
1990: co-promotore, collaboratore nello studio di fattibilità per la costituzione dell’Associazione CESI di Prato (in seguito denominato PIN-Centro Studi di Ingegneria) a sostegno del decentramento universitario a Prato della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Firenze
1992: membro della Commissione tecnica per l’appalto del sistema informativo regionale a supporto della distribuzione dei prodotti agricoli, dell’Agenzia regionale ARSIA della Regione Toscana
1993: membro della Commissione tecnica per l’appalto del sistema regionale di telerilevamento e informativo della Regione Toscana per il monitoraggio degli incendi boschivi
1994-97: supervisore scientifico per lo studio di fattibilità per lo sviluppo dela rete civica pratese (PONET) (1a fase: ambito comunale; 2a fase: ambito provinciale; attuatore: PIN-Centro Studi di Ingegneria di Prato; committente Comune di Prato)
1995: consulente scientifico per la predisposizione del capitolato tecnico per l’appalto del Sottosistema informativo regionale della Formazione Professionale della Regione Umbria
1995-99: coordinatore del Comitato tecnico scientifico per lo sviluppo del Sistema Informativo Regionale della Regione Umbria
dal 1996: supervisore scientifico delle attività del nodo locale della Rete Telematica della Rete Regionale della Regione Toscana, costituito presso il PIN-Centro Studi di Ingegneria (promozione delle applicazioni per le imprese attraverso la rete telematica regionale)
dal 1996: promotore e referente scientifico dello sviluppo della rete telematica per le Comunità Montane del Mugello (attuatore: PIN-Centro Studi di Ingegneria di Prato)
1996-97: membro della Commissione tecnica per l’appalto per la realizzazione di sottosistemi informativi regionali per l’assistenza sanitaria della Regione Basilicata
1996-97: promotore e consulente scientifico per la legge regionale dell’Umbria per la costituzione del Consorzio tra Enti pubblici territoriali per lo sviluppo del Sistema Informativo Regionale
dal 1997: supervisore scientifico del progetto TASTI della Regione Toscana per lo sviluppo di una Agenzia Telematica per il trasferimento scientifico e tecnologico e per il telelavoro (attuatore: PIN-Centro Studi di Ingegneria di Prato; cooperatore: Laboratorio di Ricerca Educativa-Università di Firenze)
dal 1997:  ideatore, estensore del progetto definitivo, membro del Comitato regionale di indirizzo e vigilanza e supervisore tecnico-scientifico del progetto per la realizzazione del Sistema Informativo regionale “Umbria 2000” per la erogazione di servizi e prodotti informativi per l’accoglienza dei pellegrini del Giubileo 2000 nella Regione dell’Umbria 
dal 1998: estensore e supervisore tecnico-scientifico per l’avvio del piano regionale BASITEL “Linee programmatiche e progettuali per lo sviluppo della società dell’informazione e della comunicazione e i servizi in rete della pubblica amministrazione in Basilicata” (approvato dalla Giunta Regionale)
1999: membro della Commissione tecnica per l’appalto del Sistema informativo per l’emergenza – 118 della Regione Basilicata  
1999: estensore del Capitolato di appalto per la realizzazione della Rete Unitaria della Pubblica Amministrazione Regionale (RUPAR) della Basilicata  

 

1994-97: estensore del progetto di fattibilità e del programma pluriennale di attività, membro del Comitato scientifico del Centro di Interesse Regionale (C.I.R.) (sede di Prato)della Regione Toscana per l’innovazione della formazione professionale in campo ambientale (cooperazione tra: PIN Centro Studi di Ingegneria, Università di Firenze, Pisa e Siena; attuatore: PIN-Centro Studi di Ingegneria di Prato)
dal 1995: promotore, coordinatore scientifico del progetto regionale Teleform della Regione Toscana, per lo sviluppo del sistema regionale di Teleformazione (soggetto attuatore: C.I.R. Prato; cooperanti: C.I.R. Firenze, C.I.R. Poggibonsi)
1995-96: promotore, coordinatore scientifico del progetto UNIRE della Regione Toscana (sperimentazione della teleformazione per lo sviluppo regionale di programmi interuniversitari nei diplomi universitari e per la loro fruizione nel sistema regionale della formazione professionale; coperazione: Università di Firenze, Pisa e Siena)
1995-97: coordinatore scientifico dei progetti regionali MONICA e MONICA-2 per la sperimentazione delle metodologie formative, basate su strumenti multimediali, nei profili formativi del settore del monitoraggio e controllo dell’ambiente (committente: Regione Toscana; attuatore: C.I.R.-Prato/Pin-Centro Studi di Ingegneria; cooperazione: Università di Firenze, Pisa, Siena)
1997: membro della Commissione di valutazione per l’appalto di progetti di formazione post-laurea (master), della Regione Basilicata
dal 1997: supervisore scientifico per l’assistenza tecnica alla realizzazione ed all’avvio della sperimentazione del Polo centrale di teleformazione della Regione Basilicata (attuatore: PIN di Prato)
dal 1997: supervisore scientifico per l’assistenza tecnica alla realizzazione ed all’avvio della sperimentazione di una Rete di poli di teleformazione della Regione Umbria (attuatore: PIN di Prato)
1997-98: collaboratore scientifico nel progetto regionale FOR-CON, per lo sviluppo del sistema regionale della formazione continua della Regione Toscana (committente: Regione Toscana; attuazione: C.I.R. di Poggibonsi; cooperazione: C.I.R. di Prato e C.I.R. di Firenze, Università di Firenze, Pisa)
1998-99: membro del Comitato promotore del “Progetto per lo sviluppo di un sistema nazionale in rete per la formazione integrata a distanza nelle aree obiettivo 1”
dal 1998: responsabile della progettazione generale e del coordinamento tecnico-scientifico del sottoprogramma “Teleformazione” del programma regionale TRIO “Innovazione del sistema regionale della formazione professionale della Toscana” (attuatore: Consorzio FIRST)

      

Firenze, 12 ottobre 1999